Vizi e virtù del km 0 – Cibo e finanza

km 0

Vizi e virtù del km 0 – Cibo e finanza
Conferenza alla Soms di Fossano il 19 marzo 2014, ore 20,45

Mercoledì 19 marzo 2014 alle ore 20,45 presso il salone della Soms (via Roma 74) avrà luogo la conferenza dal titolo “Vizi e virtù del km 0 – Cibo e finanza”. Interverrà l’economista Franco Becchis (Saint John International University, Vinovo – Fondazione per l’ambiente, Torino). L’evento rientra nel ciclo “Avanziamo! Cibo sostenibilità cultura” organizzato dal CeSPeC di Cuneo in collaborazione con la Soms di Fossano e realizzato grazie a un contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano. Introduzione a cura di Sergio Carletto. Ingresso libero.
Quando ci sediamo a tavola, il cibo che mangiamo ci racconta tante storie: un economista di strada ne propone alcune, partendo dalla domanda (apparentemente) più semplice: “Cibo e mercato sono amici o nemici?”. A questa domanda si può rispondere in 8 modi, che saranno esaminati nel corso della conferenza. Altra domanda: “Esiste un rapporto tra cibo e finanza?”. Cibo e finanza non sono distanti: secondo alcuni per fortuna, per altri purtroppo. Nel pane, nei biscotti, nel caffè e nel vino c’è, sorprendentemente, molta finanza. È un bene o un male? Chi sono le persone e le organizzazioni che fanno soldi con il cibo, e come lo fanno? C’è una finanza buona e una finanza cattiva? L’ultimo argomento che si affronterà sarà il rapporto tra cibo e ambiente: comprare le zucchine dal Burkina Faso o dietro casa? I miti (e le realtà) del km 0.

Il relatore
Franco Becchis ha insegnato Economia dell’Ambiente al Politecnico di Torino e all’Università degli Studi del Piemonte Orientale. Dal 2010 insegna Environmental Economics alla Saint John International University di Concord e Vinovo. È direttore scientifico della Fondazione per l’Ambiente (www.fondazioneambiente.org) e della Turin School of Local Regulation (www.turinschool.eu) dove coordina programmi di ricerca sul rapporto fra economia, energia e ambiente e sui servizi pubblici locali. I suoi interessi si rivolgono principalmente all’economia pubblica e all’economia ambientale. Lo incuriosiscono, in particolare, le scelte quotidiane, pubbliche e private, che coinvolgono l’informazione, i costi di transazione, il capitale sociale e i beni comuni. Ha inventato la figura dell’“economista di strada”: gironzolare con occhio curioso per il mondo, vicino e lontano, è l’esercizio di analisi economica che, senza nulla togliere alla formazione accademica (di cui anch’egli è debitore/vittima), predilige. Ha pubblicato articoli e studi sulla microeconomia delle scelte ambientali pubbliche e private, sui servizi pubblici locali e
sulle dinamiche della produzione di gruppo. Economia in Pillole (Sperling & Kupfer, Milano, 2008) è il suo primo libro ed è rivolto a tutti quelli che sono curiosi dei fenomeni economici. Finanza Happy Hour (Sperling & Kupfer, Milano, 2012) è il suo secondo libro, in versione ebook: è una “financial novel” che dalla birra e dai debiti della vita quotidiana ci porta ai piani “alti” della finanza che gioca con le vite di tutti.

Gli appuntamenti successivi
2 aprile 2014, ore 20,45, salone Soms (via Roma 74, Fossano)

Sessione di “Philosophy for Community” (facilitatore: Roberto Franzini Tibaldeo) sul tema “Dilemmi morali connessi con il cibarsi di animali”

16 aprile 2014, ore 20,45, salone Soms (via Roma 74, Fossano)
Sessione di “Philosophy for Community” (facilitatrice: Adriana Allocco) sul tema “Sprechi alimentari”